GINO CAROSINI nato a Genova nel 1957, esordisce alla fine degli anni ottanta come vignettista sull’inserto del quotidiano “ Il Lavoro”, “L’uovo Qualunque”, diretto da Gualtiero Schiaffino. Nel contempo nel 1991 per le edizioni Vallardi scrive e disegna storie de “Lo Sceriffo Fox” in collaborazione con Danilo De Ferrari sotto la supervisione di Giorgio Rebuffi per la testata “Tiramolla”. Nel 1991 pubblica per la Clementoni le schede del gioco “Sapientino più”. Dal 1999 al 2003 pubblica per le edizioni indipendenti “Medical System” riduzioni di classici della letteratura (da Moby Dick al Dottor Jekyll etc.). Nel 2000 pubblica per l’editore Edicolors varie storie a fumetti sul mensile “MazUrka”. Nel 2004 vince il premio Necronomicon come miglior fumetto Horror. Nel 2007 è finalista al concorso fumettistico Leblanc. Nel 2011 ha pubblicato il graphic novel “Pesciade” con testi di G. Andorno presso l’editore Liberodiscrivere. Per le edizioni Neropress ha pubblicato, con disegni di Giorgia Matarese la fiaba per bambini “Le sette vite del famoso gatto Fmurr.

 

Per le edizioni Il Ciliegio ha illustrato la fiaba di Paola Vitale “Il meraviglioso mondo delle doppie perdute” Attualmente collabora con Logus mondi interattivi con gli e-book Classicomics dedicati ai classici a fumetti e pubblica fumetti horror per le edizioni ESC. Illustra per le edizioni Vincent books interessanti racconti horror di autori italiani contemporanei. Nel 2016 pubblica per l'editore De Ferrari con la collaborazione di Stefano Scagni la biografia a fumetti di Gilberto Govi "Gassetta & Pomello". Ha partecipato come vignettista all'iniziativa pro alluvionati di Genova “Segni nel fango” di cui era promotore.

Nel 2016 pubblica per De Ferrari editore il graphic novel "Gassetta & Pomello" la storia a fumetti di Gilberto Govi, in collaborazione con Stefano Scagni. Nel 2016 inizia a collaborare con la rivista "Andromeda" con disegni e fumetti.